3 in 1 – Trasporto in sicurezza, pubblicita’ e beneficenza

3 in 1 – Trasporto in sicurezza, pubblicita’ e beneficenza

19

1) TRASPORTO IN SICUREZZA
– Schermata divisoria in vetro/plexiglass tra sedili anteriori (tassista) e sedili posteriori (clienti) già in uso da anni su quasi tutti i mezzi
– fornire ai clienti prima di salire sul taxi, guanti monouso e richiedere l’uso della mascherina. Se privi di quest’ultima, il tassista la fornisce ma aggiungendo € 1 alla corsa;
– allestire il taxi di copri poggiatesta monouso, che andranno cambiati ad ogni passaggio;
– il tassista dovrà igienizzarsi le mani prima di prendere/posare i bagagli ad ogni inizio corsa, oppure usare egli stesso dei guanti monouso;
Con queste piccole accortezze, secondo me, il tassista potrebbe evitare di sanificare il mezzo a ogni corsa e quindi lavorare in economia, col tempo risparmiando tempo e denaro.

2) PUBBLICITA’
I clienti, una volta saliti, troveranno appesi sul retro dei sedili anteriori del taxi:
– il POS per effettuare il pagamento della corsa in sicurezza con bancomat, carte o prepagate;
– uno schermo touch con contenuti multimediali, divisi per zone della città e categorie di servizi (ristoranti, palestre, cinema, alberghi, ecc) in modo che il cliente possa conoscere quelli presenti nella zona propria di destinazione;
– Gli esercenti pagheranno una quota (mensile, semestrale, annuale) al tassista per il servizio pubblicitario offerto;
– il cliente, presentandosi presso uno degli esercizi aderenti all’iniziativa con in mano la ricevuta della corsa, potrà usufruire di uno sconto (es. 5%)

3) BENEFICENZA
– il cliente, potrà in alternativa rinunciare allo sconto e decidere di devolverlo ad un’associazione no profit del territorio.

No Comments

Add your comment