Pneumatici a domicilio

Pneumatici a domicilio

9
3 months agoopen2

Incentivare ritiro autoveicolo da parte delle officine/gommisti coinvolgendo disoccupati o lavoratori partime con un adeguato contratto che tutela sia il committente che il negozio con la possibilità di utilizzo delle apposite targhe prova in dotazione ai suddetti. Incentivare l’acquisto di furgoni attrezzati per il consueto cambio gomme stagionale da effettuarsi nei parcheggi di aziende o nei parcheggi pubblici senza incorrere in sanzioni da parte delle forze dell’ordine evitando così di congestionare i gommisti o meccanici in genere.

Comments: 2

  1. Leonardo says:

    Ciao! Mi piace la tua idea e la condivido, anche se a volte in questo settore le cose sono piu’ complicate. Tesla, per esempio, opera ampiamente con officine mobili (mobile service) e interviene a domicilio in molte situazioni che non richiedono di sollevare l’auto (es.: cambiare una maniglia, sostituire uno specchietto, ecc). Per cambiare 4 gomme la questione si complica, servirebbe un furgone piuttosto grande per contenere i macchinari (smontagomme + bilanciatrice + compressore ecc), che a sua volta faticherebbe ad entrare nelle autorimesse e a trovare uno spazio dove operare (spazio per sollevare l’auto in sicurezza ecc). Al contrario, questa pratica e’ molto comune per la manutenzione/assistenza di camion e macchine agricole.
    Un’altro problema e’ relativo alle targhe prova: queste generalmente sono utilizzabili solo dal titolare dell’attivita’ a cui la targa e’ intestata o dai suoi collaboratori/dipendenti tramite delega.

    • Simone says:

      È ovvio che alcune norme del codice della strada andrebbero riviste, ma in Svizzera già da molti anni operano furgoni attrezzati per il cambio gomme stagionale (attività in franchising) e il sistema funziona.

Add your comment